Maria Rosarno

Un rifugio

da | Gen 29, 2024 | Poesia

Era un rifugio.
Sicuro, rassicurante e calmo.

Le trasmetteva tutta la calma di cui lei aveva bisogno.

Era irremovibile,
niente poteva spezzarlo.
Niente gli faceva paura.
In quel posto lei era tranquilla.
Non aveva bisogno di difendersi.

Era come un fiore che poteva sbocciare perché l’ambiente era sicuro.
Lei fuori era forte, sempre attenta, dura, teneva quest’armatura per proteggersi.
Non si fidava.
Ma quando rientrava tutto ciò rimaneva fuori.

Non serviva.

Lei lì si appoggiava perché sapeva che era in grado di reggerla.

Ciò che rimaneva era una donna semplice con un uomo semplice.
La più bella connessione tra due esseri umani.

Poi la vita prese un’altra direzione.
Ma lei capii che era questo di cui aveva bisogno.

Un posto dove posare l’armatura e una spalla su cui riposare.