Maria Rosarno

Il mio piccolo spazio d’oro

da | Feb 2, 2023 | Racconto

Rientro a casa.
Casa, mia.
Apro la porta e mi ritrovo davanti l’antico mappamondo di Henricus Hondius.
Che bello ritrovare qualcosa di antico.
L’antico mi affascina.
Proseguo per il bagno.
Ciò che l’acqua mi ha dato. Frida Kahlo.
Che donna era.
Guardandomi allo specchio noto il trucco un po’ colato e il rossetto un po’ sbavato. È stata una giornata lunga.

Quanti “buongiorno!”, “arrivederci!” ho pronunciato oggi.
In cucina mi attende la Bresaola Citterio, la mia preferita.
Sulla porta del frigorifero non posso non notare un quadro bellissimo di Marc Chagall.
Non conosco il nome, ma qualche anno fa, dopo averlo visto in una mostra virtuale, rimasi cosi colpita da scriverci una canzone.

Nel ritornello scrissi:

“se tu riuscissi a farmi ballare, io mi potrei anche scongelare”

Ritorno in sala. La dama con l’ermellino, il bacio di Klimt,
la primavera di Botticelli. La Venere di Urbino, Tiziano.
La vidi per la prima volta agli Uffizi. Rimasi incantata.
Quanta eleganza, femminilità.
Mi siedo, mangio.
Mi fermo e mi guardo attorno.
Qualche taccuino, qualche penna.
La schiscetta di oggi. La pasta al sugo che mi ero preparata era squisita.

Ci sono tante fotografie a casa mia.
Molte con le mie ragazze. Che cose assurde abbiamo vissuto assieme.
Eppure quando mi guardo in quelle foto, so di non essere la stessa oggi.
Sono andata avanti, molto avanti.
Ecco le pietre che ho raccolto al mare. Pezzi di storia muti.
Infine il mio sguardo si posa sulla nascita di Venere.
Che eleganza, che sensualità.
Ma questo quadro per me ha un altro significato.
Più  profondo.

Ogni giorno mi ricorda che devo guardare l’intero.
Considerare tutto.
Non fissarmi su un dettaglio insignificante.
Non è perfetta, né lei, né la vita.
Guardala bene, non corrisponde ai canoni di bellezza imposti oggi.
È l’insieme di tante cose che la rende cosi com’è.

L’atteggiamento, come si muove, e poi e poi…
Anche la vita va vista intera.
Non ci si puo’ fermare per una cosa andata male.
Avanti, sempre avanti.
“C’è un sacco di te in questa casa” mi dicono.
“Si vede che è casa tua”.

E già, è il mio posto per ora.
Il mio piccolo spazio d’oro.

Il commento di Maria

Casa mia rappresenta per me uno spazio molto personale, dove potermi circondare di oggetti e immagini che raccontano la mia personalità. Come fare un tuffo nel mio mondo interiore.
Un luogo dove poter esprimere il mio gusto personale, il mio amore per le cose antiche,
per l’arte e per tutto quello che mi affascina. Casa mia mi rappresenta. È da qui che nasce ogni parola che leggi. Dal mio piccolo spazio d’oro.