Maria Rosarno

Il coraggio di essere i primi

da | Mar 13, 2024 | Riflessione

Caro lettore,
quante volte a lavoro non hai espresso un’idea per paura che fosse folle?
Quante volte non hai presentato la tua strategia per non passare come il pazzo della situazione?
Quante volte non hai avuto il coraggio di dire: “io vado di qua.
Non ti seguo in questa cosa.”
Non hai espresso la tua opinione, hai ignorato le tue idee,
non hai intrapreso la strada verso il lavoro che ti fa sentire veramente realizzato.
Quante volte?

Non ho mai…e quindi?

Ho scritto una poesia in 3 lingue, ma non l’ho fatto consapevolmente.
Tutto è nato da un quaderno pieno di appunti scritti così, senza pensarci troppo.
Un po’ in inglese, un po’ in tedesco, un po’ in italiano.
E se scrivessi una poesia in tutte queste lingue?
No Mari che fai, non ho mai letto una poesia in 3 lingue!

Non ho mai…e quindi?
Solo perché non ho mai visto nessuno attorno a me farlo,
dovrei privarmi di questa possibilità?
Dovrei ignorare un qualcosa che la mia mente mi sta suggerendo?
Se lo puoi pensare, lo puoi fare!
Se quel seme è stato piantato nella tua testa,
vuol dire che sei la persona giusta per fare crescere quel fiore.

Con questa consapevolezza ho scritto la mia poesia in 3 lingue.
Mi piace sfidarmi, mi permette di crescere.

Non sei pazzo, non sei pazza! Sei il primo. Sei la prima.

Hai mai pensato che forse sei semplicemente il primo con questa idea
nel tuo settore? Il primo con questo desiderio nella tua famiglia?
La prima con questa ambizione tra i tuoi amici?
La prima persona a intraprendere una strada diversa da gli altri.
Essere i primi porta sempre delle difficoltà con se.
Come farò? Come si fa? Cosa penseranno? E se fallisco?
Quanti mi gireranno le spalle? Quanti non si fideranno più di me?

Nella mia storia personale sono stata la prima in famiglia a fare determinate cose.
La prima in generazioni a rompere la catena.
Ad avere ambizioni diverse, grandi sogni, a dire e vivere la mia verità.
All’inizio è stato molto difficile, mi sono scontrata tanto ma oggi sono felice.
Io sapevo che la mia strada sarebbe stata diversa,
avevo altro in testa e mi sono fidata di me e delle mie capacità.
Ai tempi non lo capivo, pensavo di essere folle, irresponsabile,
una sognatrice senza basi.

Eppure seguire il mio istinto, le mie passioni,
è stata la cosa migliore che io abbia mai fatto per me.
Se te lo racconto è perché so che anche tu ti senti così.
Molti di noi si frenano, ignorano le proprie idee, i propri sogni,
perché non siamo circondati da persone con la stessa ambizione,
la stessa visione, lo stesso coraggio.

Ma questo NON deve farti paura! Abbi coraggio, fai la tua scelta e imbarca il TUO cammino.
Non quello degli altri, il TUO.

Avere coraggio vuol dire fare un passo oltre quello che credi di poter fare.
Un passo in più di quello che credi possibile per te.

Io sono molto affascinata dalle persone coraggiose e quando ne incontro una mi lascio ispirare.
Cosa posso imparare io dalla sua storia?

Il fatto di essere la prima, il primo a fare una determinata cosa,
non dev’essere motivo per fermarti.
Se è difficile, ricordati che è solo perché nessun altro l’ha fatto prima di te.
Non hai esperienze altrui su cui basarti, come può essere semplice?
La parola “difficile” spesso ricorda qualcosa di negativo,
ma vorrei invitarti a rimpiazzarla : complesso.
È complesso, ma complesso non vuol dire impossibile!

Non importa se non hai mai visto nessuno attorno a te fare quella cosa.
Se ti fa bene, se ti rappresenta, falla!
L’unica cosa di cui potresti pentirti veramente un giorno,
è il fatto di non aver avuto il coraggio di inseguire i tuoi sogni, i tuoi desideri, i tuoi bisogni.

Dalla tua parte, sempre
Maria