Maria Rosarno

L’importanza di avere un obbiettivo

da | Feb 14, 2024 | Riflessione

Sono sempre stata ambiziosa. È una delle prime cose che ricordo di me.
Ho cominciato quando ero bambina, i miei primi obbiettivi me li sono posti a 6 anni.
Forse tutto era prematuro, ma io ero abbastanza intenzionata a raggiungerli quegli obbiettivi.

“Da grande voglio fare qualcosa di veramente importante”.
Il mio primo obbiettivo. 6 anni.

Col passare del tempo quegli obbiettivi sono aumentati ed io ho iniziato presto a ripetere determinate azioni che mi avrebbero portato vicino a quegli obbiettivi.
Il tutto è accaduto molto inconsciamente.
L’unica cosa che sapevo, era che per ottenere una cosa devi impegnarti. Devi lavorare.
E il lavoro mi è sempre piaciuto.
Provengo da una famiglia, da generazioni di lavoratori.
Mia nonna era una donna calabrese che ha cresciuto 6 figli e lavorava fuori nei campi almeno 16 ore al giorno.
Quella donna era un treno, non la fermava niente.

Sono gli obbiettivi a dare un senso alla vita

Avere un obbiettivo ha sempre dato una direzione alla mia vita.
Un senso. Tutte le mattine mi sveglio con entusiasmo e tanta voglia di mettermi a lavoro.
Non ho bisogno di impostare una sveglia, è la mia voglia di fare, di arrivare che interrompe il mio riposo. Così mi riconosco.

Avere un obbiettivo davanti agli occhi, una visione di dove vuoi andare, è importante.
Anche se la visione al momento è un po’ sfocata, l’importante è avercela. Innanzitutto per realizzare il tuo obbiettivo.
Senza una visione di quello che vuoi, dove vai?
I miei obbiettivi sono per me i miei punti di luce, punti per non perdermi.
Punti che seguo nel mio piccolo quotidiano. Come una bussola.
Sono loro che ti faranno da navigatore, sopratutto nei periodi difficili della tua vita.
Ti faranno da guida quando le situazioni della vita ti metteranno alla prova.
Nei momenti più bui da attraversare durante la mia esperienza con la bulimia, l’arte è stata la mia salvezza.
Il mio obbiettivo era quello di portare alla luce tutto il mio mondo creativo.
Di potermi esprimere liberamente, senza trattenermi.
Non sapevo bene come, ma sapevo che tutto questo doveva uscire.
Questo era il mio obbiettivo.
“Quando poi ti guardi” il mio Blog, è nato così.
Un contenitore di tante cose che non volevo più tenere solo per me.

Il fallimento

Avere un obbiettivo, qualcosa da raggiungere, è una fonte di gioia
per me che ho bisogno di trovare un senso in tutto.
Non sempre raggiungo quello che desidero, e molte volte è stato molto difficile per me accettarlo.
Con la consapevolezza di oggi so che fallire fa parte del successo.
I più grandi personaggi che conosco hanno fallito mille volte prima di raggiungere ciò che volevano. È a loro che mi ispiro.

In ogni “fallimento” c’è una lezione da imparare.
A volte c’è da riflettere sulla strategia, sull’impegno che ci stai mettendo.
A volte non sei ancora pronto per accogliere quel successo, per raggiungere quella cosa. Anche se ti sembra di esserlo.
E volte quel non riuscire ad arrivare in qualcosa che rincorri da tempo, è perché in realtà non fa per te.
I fallimenti possono anche essere delle indicazioni a cambiare strada.
A provare qualcos’altro. In fondo il mondo è pieno di opportunità, e se tieni sia gli occhi che la mente aperti, riuscirai a vederlo.
Forse la vita ha in serbo qualcosa di meglio per te.

Io sono molto affascinata da tutte le possibilità che la vita può offrirmi.
Allo stesso tempo sono consapevole che le cose non pioveranno dal cielo,
e non mi saranno servite su un piatto d’argento mentre sono stesa sul divano.
Ritagliarsi dei momenti di riposo e godersi ciò che ci circonda è importante, serve per ricaricare le batterie.
Ma una volta carico, vai!
Inizia oggi! Non aspettare domani!

ll percorso conta

Ci sono persone meno ambiziose, persone più tranquille che non hanno bisogno di rincorrere qualcosa.
A volte li invidio molto.
Ma non faccio parte di quel gruppo di persone, la mia curiosità ed il mio bisogno di crescere non me lo permettono.
Al giorno d’oggi ho imparato ad apprezzare quello che ho,
e le mie alleate più fedeli, sono sempre lì a ricordarmi dove ero una volta e dove sono adesso.
A evidenziare il percorso.

Perché il percorso è importante. Il tragitto che fai per arrivare da A a B.
È su questo che oggi cerco di concentrarmi.

Una persona mi ha detto:

“Il TUO compito è quello di far uscire la barca dal porto, dove poi questa barca arriverà non ti riguarda.”

Adoro questa immagine che si sposa molto bene con quello che faccio!
Che siano canzoni, poesie o testi, il mio compito è quello di farle venire alla luce,
di lasciarle al tempo e poi sarà il fato a decidere a chi arriveranno.

Così facendo posso impegnare il mio tempo a creare in tranquillità, godendomi tutto il resto che la vita ha da offrirmi.
È ovvio che spero in un riscontro, ma la mia attenzione è posta sull’impegno che ci metto io oggi nel presente.

In ricerca della versione migliore di me

Sono una persona in ricerca della versione migliore di se, sia nel privato che nel lavoro.
Negli anni ho osservato dei modi, delle strategie che ho sviluppato,
per cercare di avvicinarmi il più possibile ai miei obbiettivi.
Molte di queste strategie le ho osservate nelle persone che sono oggi lì,
dove io voglio arrivare.
Ed è per questo che voglio lasciarti quello che io ho imparato e quello che credo necessario per raggiungere i tuoi obbiettivi.

Ecco qui 6 strategie per raggiungere i tuoi obbiettivi:

1. Inizia a comportarti oggi come se avessi già raggiunto il tuo obbiettivo

Se vuoi fare, essere, avere una cosa in particolare, devi agire oggi come agirebbe quella persona che fa, è oppure ha quella cosa che tu vuoi. Devi avere una visione di quello che vuoi. Una visione della persona che vuoi diventare.
Cosa fa quella persona tutti i giorni?
Che abitudini ha? Chi frequenta? In base a cosa fa le sue scelte? Su cosa concentra le sue energie? Che approccio ha al lavoro, alle persone?
Chi ha al suo fianco?
Smettila di dire “quando avrò X faro’ Y”.
Non funziona cosi, devi iniziare oggi ad agire come quella persona che ha già raggiunto il suo obbiettivo.

2. Studia una lingua straniera

Inizia a studiare una lingua a te sconosciuta. Inizia a qualsiasi età.
Imparare una lingua straniera non solo ti aiuterà ad allenare e mantenere la tua mente giovane,
ma ti permetterà di stringere nuove amicizie e così di poterti confrontare con realtà diverse dalla tua.
Questo magari ti farà venire delle idee nuove che il tuo vicino non ha.
Ti aprirà le porte per nuove occasioni, nuove conoscenze, che potrebbero esserti d’aiuto nel raggiungere il tuo obbiettivo.
Avrai così più strumenti a tua disposizione,
così da poter arrivare a molte più persone.
Perché ricorda la concorrenza non dorme.

3. Mettiti nella condizione “di” raggiungere il tuo obbiettivo

Una mente non lucida, una mente stanca, un corpo malnutrito non avrà le forze e la lucidità per raggiungere i suoi obbiettivi.
Scegli degli alimenti sani che vanno a nutrire il tuo corpo e che ti daranno l’energia che ti serve.
Riposa quando sei stanco e dormi almeno 7/8 ore a notte.
Muovi il tuo corpo nel modo in cui preferisci, l’importante è che ti tieni attivo!
Ogni giorno fai una piccola cosa che ti avvicina un po’ di più al tuo obbiettivo e mantieni un MINDSET positivo.
Passa del tempo con persone che ti fanno stare bene, e quando ti senti scoraggiato parla con loro.
Prenditi cura di te e dei tuoi bisogni e tieni ben in mente il perché del tuo obbiettivo.
Tutto questo è la base per vivere una vita serena e mettersi nella condizione di raggiungere quegli obbiettivi.

4. Cerca dei riferimenti

Nella mia esperienza mi sono sempre lasciata guidare ma sopratutto ispirare da persone che sono lì dove io vorrei essere.
Molte volte non ci approcciamo ad un obbiettivo perché non sappiamo dove iniziare.
Non sappiamo come fare. Come arrivo da A a B?
Tutti abbiamo iniziato una volta, per ora sei un principiante e va bene cosi.
Quindi da principiante studia, fai domande.
Cerca dei riferimenti, delle persone che possono guidarti.
Che siano vicine o lontane cerca di capire cosa hanno fatto e cosa fanno loro per essere lì dove sono.
Copia i loro comportamenti, fatti ispirare da quello che fanno,
finché non troverai tu il tuo modo di fare.

5. Il fallimento fa parte del successo

Se anche oggi non sei riuscito ad arrivare dove volevi arrivare, non ti fermare, continua!
Abbiamo la grande fortuna di poter ricominciare ogni giorno. Meglio di cosi?
Accetta il fatto di poter sbagliare, di poter “fallire”. Accetta il tuo lato umano.
Ciò che distingue chi ce la fa da chi non ce la fa, è il fatto che chi ce l’ha fatta non ha mai mollato, nonostante le mille cadute.
Concentrarti sul percorso, e se vedi che c’è qualcosa che non funziona fermati e rifletti.
Mantieni acceso, lucido il tuo PERCHÉ.
PERCHÉ VOGLIO ARRIVARE Lì?
PERCHÉ VOGLIO QUELLA COSA Lì?
Ogni volta che non hai voglia di “affaticarti” ricordati il perché di quello che vuoi.
Sei stanco? Lo faccio perché…. Non hai voglia? Lo faccio perché… È difficile? Lo faccio perché… È scomodo? Lo faccio perché…
Tieniti pronto, investi nel tuo obbiettivo che vuol dire, continua a studiare.
Ci vorrà il tempo il tempo che ci vorrà, tieni gli occhi aperti e quando si presenterà l’occasione vai.
Attacca 🙂

6. Frequenta persone con obbiettivi

Che siano gli stessi oppure obbiettivi completamente diversi dai tuoi non importa.
L’importante è che tu sia connesso con persone che hanno un attitudine simile alla tua.
Sostenetevi a vicenda, scambiatevi idee, diventate alleati.
È molto più bello e facile raggiungere i tuoi obbiettivi se ti circondi di persone che vogliono solo il meglio per te.
Abbi cura di scegliere le persone giuste che saranno lì a festeggiarti quando ci sarà da festeggiare, ma saranno anche lì quando avrai bisogno di una spinta, o di una spalla.
Ovviamente il tutto deve essere reciproco.

Piccolo suggerimento personale: scegli bene il tuo complice o la tua complice.
Io amo chiamare così la persona che voglio al mio fianco, la persona con cui invecchiare.
Questo perché vorrei fossimo complici in tutto, e perché credo fortemente che in squadra è più facile vincere.
La vita è un viaggio pazzesco e secondo me non c’è niente di più bello e potente che trovare la persona più adatta a noi per percorrere assieme la vita stessa, e per sostenerci a vicenda ognuno nel raggiungere i propri obbiettivi.

Mi fermo qui. Potrei andare ancora avanti ma tengo qualcosa per i prossimi articoli!