Maria Rosarno

Se io credessi in me

da | Ott 4, 2022 | Riflessione

Cosa succederebbe se all’improvviso invece di pensare “è troppo difficile” “non penso di essere capace” “ho troppa paura” credessimo nelle nostre capacità ? Ci hai mai pensato a chi potresti essere?

Da bambina mi hanno insegnato a essere umile. Crescendo mi sono sempre impegnata a esserlo, anche troppo. Non rischiavo, non mi valorizzavo, raramente esprimevo idee o desideri diversi da quelli che la gente aveva attorno a me. Quando osavo mi definivano “prepotente”. Questa paura di essere prepotente mi ha fregata! Fregata e frenata. Essere consapevole delle proprie qualità e usarle in modo costruttivo non è presunzione. Io i miei difetti li conosco bene ma conosco anche i miei pregi.

Un giorno una persona mi disse ““Mari, cosa accadrebbe se tu credessi in te stessa?”

Bomba. Mi piazzò una bomba in testa. E cosi iniziai a scrivere…

Se io credessi in me stessa, questo mondo lo conquisterei subito.
Con un gesto, cantando, sorridendo.
La mia luce é in grado di illuminare, affascinare e ispirare.
Immagina,
cosa accadrebbe se la usassi?

Sarei un esplosione di energia, un treno che ti trascina con sè.

Se io fossi sicura di me, sarei padrona della mia bellezza.
Interiore e esteriore.
Mi muoverei sinuosamente come una pantera.
Elegante e fiera.

Userei la mia voce. La mia voce è importante.
Potrei usarla per aiutare una persona in difficoltà,
per raccontarle la mia esperienza e fare in modo che non si senta sola.

Userei tutta la mia gentilezza
e non penserei a risparmiarmi.
Finalmente ammetterei a me stessa di avere talento!
Ammetterei di avere un dono.
La mia voce, la mia penna!
L’arte di esprimermi.

Se credessi in me probabilmente avvererei i miei sogni.

Se fossi orgogliosa di me e consapevole di tutta la strada percorsa,
di tutte le vittorie,
non avrei cosi paura di fallire.
Non erano le mie di gambe a rialzarsi dopo ogni caduta?
Guarda quanto sei diventata forte!

La vita mi ha dato tempo, tempo per crescere, tempo per cambiare,
tempo per diventare donna.
Forse la donna che ho sempre voluto essere.

Forte, coraggiosa, consapevole e fragile.
La fragilità non è debolezza.

Quando mi sento sola, quando mi sento sconfitta, sto dimenticando chi sono.
Sto dimenticando la mia voce e il mio sorriso.
Io voglio essere quella donna li, quella che conquista il mondo con la sua
voce e il suo sorriso.

Il commento di Maria

Con questa mia riflessione vorrei ispirarti. Vorrei spingerti ad immaginare cosa potresti davvero diventare se tu stessi dalla tua parte. Ricorda che per avverare i tuoi sogni, per diventare la versione migliore di te stessa, devi essere tua alleata. Non è presunzione, è consapevolezza. Usala, in modo costruttivo. Ricorda che c’é chi ti guarda. Tendile la mano se ha bisogno.

Mi piacerebbe molto ricevere la tua risposta alla domanda “cosa accadrebbe se io credessi in me?
Inviamela, se hai piacere. Sarò felice di leggerla ma sarò altrettanto soddisfatta se l’avrai scritta soltanto per te.